COL-0718_edited.jpg

Esperienza, tanta

Storie lavorative

 

Un nuovo inizio

2020

Il 2020 è stato per l'intero mondo come una "tempesta perfetta". Per me è iniziato con una maratona in Spagna, la chiusura di un contratto da dipendente e il desiderio di dedicarmi alla mia grande passione: il ciclismo. Mi sono, quindi, auto-arruolata in un negozio di biciclette dove, brugole alla mano, mi sono impegnata a capirne di più. E adesso?

Back-office commerciale

Dal 2018 al 2020

Dopo anni di marketing, sono tornata al mio primo amore (sì, quello che non si scorda mai): l'ufficio commerciale è stato il mio primo banco di prova, quello in cui ho capito che la differenza tra vendere un bullone e un diamante è davvero minima. Per due aziende in ambito lapideo e cartografico, ho gestito i clienti dall'offerta all'invio di materiale tecnico, fotografico e video, dall'organizzazione della spedizione al servizio post-vendita. Un insegnamento che ho portato a casa è che il cliente resta tale anche (e soprattutto) dopo che la vendita è andata a buon fine!

Responsabile marketing

Dal 2005 al 2017

Per tre aziende nel campo dei prodotti tecnologici da costruzione, ho gestito la comunicazione visiva - interna e dedicata a eventi - la comunicazione su stampa tecnica, web e social, coordinato campagne pubblicitarie, uniformato l'identità di marchio, aggiornato la comunicazione a distributori e partner, ideato storytelling, casi di studio e brochure emozionale, e riorganizzato logistica, stoccaggio, distribuzione e approvvigionamento del materiale marketing, stilato piani, budget e cash-flow e coordinato operazioni di co-marketing con partner italiani ed esteri.

Back-office commerciale export

Dal 1989 al 2005

L'ufficio commerciale estero è stato il mio primo vero banco di prova e il ciclismo il mio primo amore (anche se, paradossalmente, lo avrei scoperto solo più tardi). Ho iniziato col vendere biciclette da corsa artigianali alle squadre sportive del Nord Europa, per finire a vendere gioielli nei mercati d'Oltralpe. Qui ho capito che vendere una bicicletta o vendere un collier non è tanto diverso (in alcuni casi i gioielli costano anche meno delle biciclette): é tutta questione di trattare con le persone! E le persone, in fondo, vogliono le stesse cose che vogliamo noi: risolvere un problema o cogliere un'opportunità.