Cerca
  • Paola Angelucci

QUATTRO DRITTE DI GRAFICA PER UN PROGETTO WEB

Aggiornato il: 3 giorni fa

Stai mettendo mano al tuo sito o stai per creare la tua prima pagina Facebook e ti sembra più invalicabile di una tappa in salita del Tour? Calma e un bel respiro. Alcuni semplici consigli di grafica potranno esserti utili per arrivarne in fondo in splendida forma!

Come tutte le cose, anche la grafica ha le sue regole. Oggi ne vediamo quattro: colore, immagine, carattere e layout. Questi sono i quattro pilastri (se preferisci il telaio e le ruote) sui quali strutturare il tuo progetto. Tutto il resto, come nella bicicletta, è una questione di equilibrio… e anche di andatura!





1. Colore e comunicazione.

Il colore è importantissimo: serve per attirare l’attenzione! Quante volte ti sei girato a guardare una bicicletta solo per il suo colore? Pensa al verde acqua delle biciclette Bianchi: sono inconfondibili, vero?

Il colore comunica il significato profondo del tuo marchio, attrae l’attenzione dei visitatori del tuo sito o della tua pagina, dà una connotazione estetica e serve a sottolineare in modo inequivocabile il tuo messaggio. A colori specifici la mente associa sensazioni ed emozioni differenti: pensa al rosso del semaforo e dei segnali di pericolo. Usando colori opposti e complementari, potrai creare un effetto di completezza ed equilibrio.


Il colore di logo, banner, titoli e bottoni è come un filo che serve al visitatore per orientarsi nel tuo sito e trovare facilmente ciò che sta cercando.


Ti ricordi il filo che Arianna diede a Teseo per trovare la strada nel dedalo del Minotauro? Anche in un sito funziona così, anche se in modo molto meno cruento… Qui di seguito ti indico il significato di alcuni colori e a piè di pagina ti ho lasciato un consiglio di lettura, se ti va di approfondire l’argomento.


Il ROSSO esprime passione, azione, energia, capacità di osare, fisicità, forza di volontà, potere, ambizione, fiducia, guida. Sembra che sia legato anche all’appetito, quindi viene spesso utilizzato nei fast-food (Coca-Cola, MacDonald e Burgher King, ad esempio). Dì la verità… ti è già venuta voglia di mangiare?


L’ARANCIONE è un altro colore caldo e trasmette ottimismo, spontaneità, libertà, nuove idee, impulsività. Arancioni sono il logo di Amazon, TNT, Hermès.


Il VERDE è simbolo di crescita, equilibrio, naturalezza, spontaneità, generosità, chiarezza, prosperità, stabilità, positività, salute. Viene spesso utilizzato per loghi legati a cibo e benessere, come quelli di Natura Sì, Starbucks e Herbalife.


Il BLU è un colore rilassante che trasmette visione d’insieme, spiritualità, controllo, determinazione, autosufficienza, modernità, scopo, consapevolezza, apertura mentale e ambizione. Il blu è una scelta sicura, ma potrebbe non dare il giusto risalto al tuo marchio.


Il ROSA è il colore simbolo per eccellenza della femminilità. Esprime amore, cura, calma, rispetto, calore, intuizione, assertività e durevolezza. Viene utilizzato normalmente per i prodotti femminili, ma anche da chi ha target svincolati dal genere e vuole osare, rompere gli schemi, risultare innovativo. Tanto per dire, il vincitore del Giro d’Italia si becca una maglia rosa e la Gazzetta dello Sport è il quotidiano più letto dal pubblico maschile…


Il NERO veicola messaggi contrastanti: potere, morte, eleganza, cattiveria, forza, mistero, formalità, serietà, autorevolezza, sofisticatezza, sensualità e lusso. Viene usato molto nella moda: loghi in campo nero sono quelli di Nike, Chanel e Louis Vuitton.


Il BIANCO è da sempre simbolo di purezza, innocenza, pulizia, semplicità, ottimismo, indipendenza, luce, bontà, sicurezza. Il bianco va però dosato con cautela, per non scadere nel banale. Di norma viene associato ad un altro colore per dargli più personalità e metterlo in risalto.


Di che colore è il tuo logo? Perché hai scelto quel colore? È in linea con il messaggio che vuoi dare ai tuoi clienti?


2. Un’immagine vale più di mille parole

Sapevi che la mente umana elabora un’immagine 60.000 volte più velocemente di un testo scritto?

Le immagini sono il mezzo migliore che puoi utilizzare per farti notare sul web, comunicare con i tuoi clienti e aumentare la tua visibilità. Puoi farlo anche senza essere Helmut Newton: è sufficiente una macchina fotografica o uno smartphone. E se ancora ti sembra al di sopra delle tue capacità, esistono siti da dove poter scaricare immagini belle, gratuite o a budget contenuto. In fondo alla pagina te ne indico qualcuno.


Immagini di biciclette, certo. Ancora meglio, immagini che trasmettono uno stile di vita collegato alla bicicletta, immagini emozionali nei quali i visitatori del tuo sito si riconoscano o vogliano far parte. Le immagini di persone servono a stabilire subito una relazione a livello emotivo con chi le guarda. Più ancora se le persone nell’immagine stanno sorridendo, si muovono o giocano insieme.


So che è ovvio, comunque lo ripeto: usa solo immagini di qualità! Se l’immagine dei prodotti sul tuo sito è sfuocata e i visitatori non la vedono bene, l’idea che si faranno dei tuoi prodotti è in linea con la qualità dell’immagine, a prescindere da come siano realmente.


Le immagini devono assolutamente essere adattive: la maggior parte delle ricerche e degli acquisti sul web avviene da smartphone.


Queste sono le definizioni migliori da utilizzare per le tue immagini sul web:


o Banner: 2000 x 800 pixel

o Slider: 1920 x 890 pixel

o Icona: 300 x 300 pixel

o Post, evento: 425 x 220 pixel

o Portfolio: 1920 x 768 pixel


3. Il carattere conta

Conta eccome, anche sul web! Ti consiglio di scegliere un carattere semplice e lineare, tralasciando font troppo originali. I visitatori del tuo sito si aspettano di vedere caratteri ben leggibili, nitidi e riconoscibili, come Arial o Helvetica. Puoi usare anche caratteri diversi tra loro per un dare risalto a titoli o bottoni, ma senza strafare: due o tre caratteri diversi, non di più!


Ogni carattere arriva con la sua famiglia di varianti: normale, grassetto e corsivo che puoi utilizzare per definire meglio le varie parti del testo. I caratteri, inoltre, vengono distinti in serif e sans serif, ossia con le grazie – le piccole zampette delle lettere – oppure senza. Le grazie aiutano la leggibilità, quindi in linea di massima è meglio utilizzare caratteri serif per i testi e i sans serif per i titoli.


Se vuoi scrivere sopra alle immagini per dare maggiore risalto al tuo messaggio, fai attenzione a colori e chiaroscuro in modo che il testo si legga chiaramente.


4-Layout o impaginazione

Ora che hai scelto immagini e caratteri, organizza la tua pagina! Togli tutto il disordine visivo, definisci logica e struttura. Tieni a mente lo scopo della pagina. La semplicità vince sempre!

Inserisci qualche spazio bianco tra i blocchi di testo e togli tutto quanto non sia strettamente necessario e che potrebbe confondere il visitatore. Resta sul minimale.


Anche nella grafica, meno è meglio!


Un’ultima cosa: può esserti utile scrivere una tua Guida allo Stile (Style Guide) per dare le linee guida ad una coerente comunicazione di marchio attraverso i diversi canali (pubblicità, web, social…).

La Guida allo Stile serve per avere una visione di marchio uniforme e coerente e va utilizzata da chiunque metta mano alla comunicazione, in azienda e fuori. Contiene le regole relative ai quattro pilastri della grafica: colore (paletta di colori, RGB o HEX), carattere (tipo, grandezza e spazi tra i paragrafi), immagini (tieni archiviata una vasta varietà di immagini, divise per tipologia, così le trovi quando ti servono) e loghi (quali usare e quali non usare).


Quindi, ricapitolando: scegli un colore per il tuo logo, usa immagini di qualità coerenti con il tuo messaggio, un carattere leggibile anche nelle dimensioni e un layout chiaro e semplice.


In ultimo, su Unsplash, Pixabay, Pexels e Nappy puoi trovare immagini gratuite o a costo contenuto, mentre una lettura utile, divertente e ben scritta da uno che di grafica ne sa a pacchi è Crisi d’Identità di Roberto Kalamun Pasini.


10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti